Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Festa delle Erbe a Cosio d’Arroscia

luglio 15

Ogni terzo fine settimana di luglio le stradine del borgo medioevale si animano in modo inconsueto.

Nelle settimane precedenti gli abitanti hanno allestito negli spiazzi che si allargano tra i caruggi dei punti di accoglienza per gli ospiti che possono gustare i piatti tipici della tradizione locale e i prodotti dei vari imprenditori agricoli del paese.

I visitatori possono seguire un percorso ben segnalato che, oltre a permettere la visione dei molti squarci caratteristici, li porta a gustare quanto di meglio la cucina contadina, semplice ma gustosa ha da sempre realizzato soprattutto esaltando le potenzialità delle erbe spontanee.

Si può apprezzare il pane casereccio e le “raviole”, cotti nei tradizionali forni a legna, frittelle di erbe,le “turle” i formaggi il miele di produzione locale e i dolci rigorosamente nostrani.

Lungo il percorso sono visitabili punti d’interesse “storico” (il torchio, la cantina, il frantoio, ecc..) che illustrano le attività agricole dell’entroterra ligure.

Saranno presenti bancarelle che offriranno prodotti in linea col tema della manifestazione: le erbe e il loro uso.

Chi volesse approfondire l’argomento è invitato al convegno che avrà luogo nell’Oratorio dell’Assunta il sabato; i relatori sono illustri professori dell’Università di Genova.

Una visita è obbligatoria al “Museo delle Erbe”, raccolta delle piante spontanee che arricchiscono il territorio e che sono state da sempre usate dai nostri antenati sia in cucina che come cura.

Le stesse erbe crescono in un piccolo “orto botanico” situato presso la sede della Pro Loco.

Per questa festosa iniziativa il paese di Cosio d’Arroscia merita l’appellativo di “borgo del benessere” per la cucina povera di grassi ma ricca di vitamine e sali minerali e per l’opportunità di smaltire gli eccessi percorrendo in modo piacevole le sue stradine.

Insomma una giornata all’insegna della “salubrità”!!

Organizzatore

COMUNE DI COSIO D’ARROSCIA